Necci e focacce al formaggio Dall'Anto al Rione Monti

Conoscevo già questo locale del rione monti specializzato in specialità alimentari del nord italia realizzate con sole farine biologiche ma non avevo mai avuto tempo per approfondire la mia prima esperienza.
Così in una fredda sera di ottobre abbiamo deciso di passarci per cena. Il locale si chiama Dall’Antò e si trova in via Madonna dei Monti, 16 a Roma, chiaramente nel rione Monti.
Nella sala principale ci si può accomodare su delle enormi casse da imballaggio che sono usate come tavoli per i clienti, le sedie sono sgabelli in legno e sul tavolo non c'è niente altro che il porta fazzoletti.


Noi superando la cassa ed il bellissimo bancone in legno dove sono esposte tutte le meravigliose creazioni culinarie dei proprietari, ci siamo accomodati nella saletta laterale.

La sala è molto riservata perché non c’è nessuno tranne una bella libreria in legno massello chiaro che ospita libri a disposizione dei clienti. Al centro della sala c'è un bellissimo tavolaccio ricavato da una trave in legno massello scuro e tutto intorno, lungo il muro, corre un bancone alto con gli sgabelli.


Da un lato della sala una grande vetrata offre una vista su un minuscolo terrazzino chiuso dove ci sono i panni stesi.
Mentre aspettiamo di mangiare qualcosa ci tiene compagnia una musica ambient con atmosfere a metà tra i tamburi africani ed i canti arabi. 

Per cominciare ci facciamo servire una farinata, la pizza di farina di ceci classica della Liguria, con i capperi. La farinata è ottima e delicata ed i capperi che sono saporiti e polposi ma non salati la impreziosiscono nel gusto.


Per continuare decidiamo di provare il bifoglie di baccalà, in pratica due strati di farinata di ceci con in mezzo il baccalà mantecato con solo olio di oliva. E’ una cosa divina, cremoso e delicato, dal gusto intenso, troppo buono che necessiterebbe altri assaggi.

Dopo questi due assaggi, decidiamo di chiedere aiuto al titolare su come proseguire la serata culinaria. E’ una persona molto gradevole che ama chiacchierare di cibi, materie prime ed alimenti, potrebbe stare per ore a raccontare con emozione le caratteristiche di un piatto.



Inoltre ci tiene molto all’ambiente infatti oltre ad usare solo farine biologiche, si impegna non usando piatti o bicchieri di plastica, infatti serve tutto in piatti di carta ed usa posate di legno.


Ci convince a provare il Neccio, una piadina morbida con farina di castagne, dal retrogusto appena appena dolciastro che si sposa con il sapore delicato di un ottimo stracchino. Potete provarli ripieni di ricotta di capra o pecora, lardo di colonnata o scegliere come noi lo stracchino. Anche questo piatto è eccellente come gli altri, qui la cura del dettaglio parte dalla scelta delle farine e prosegue con i formaggi tipici igp.


Per completare al serata prendiamo una fetta di focaccia al formaggio tipica di Recco, con un incredibile stracchino piemontese di latte crudo. E’ stata appena stata sfornata e non possiamo farcela scappare, specialmente perché il suo gusto intenso mi ricorda il periodo del militare passato in Liguria, dove queste specialità erano la normalità.

Soddisfatti come sempre paghiamo il conto e salutiamo il titolare. Certo i prezzi non sono bassi ma vi assicuro che la qualità dei prodotti è ottima e se vi serve del pane, fermatevi anche per comprare dei prodotti speciali che potete trovare solo in questo posto, come 

Facebook comments

Post più popolari