La cucina che non ti aspetti, Supermercato Panorama Roma-Est


Mentre girovagavo con Simona tra i fast food del centro commerciale di Romaest in cerca di un pranzo rapido a buon mercato ci è saltata all'occhio la pubblicità del reparto gastronomico del supermercato panorama.
I primi piatti ad 1,90€, i secondi a meno di 3€ ci hanno spinto ad entrare e curiosare.
Purtroppo non c'erano sedie ma solo piccoli e scomodi tavolini per consumare il cibo in piedi rapidamente. Il banco di gastronomia cucina di tutto e lo fa' al momento, prendendo i prodotti che utilizza direttamente dal supermercato.
Ci sono dei menu molto economici, uno completo prevede, primo, secondo, contorno e bottiglietta di acqua piccola a 5,90€. Quello mini costa poco più di 3 ed è uguale al precedente tranne il fatto che manca il secondo.
Ho guardato un attimo Simona e ci siamo capiti al volo ordinando subito due bei menu completi.
Per il mio ho scelto una lasagna bianca ai funghi, piselli e salsiccia, il coniglio con le olive nere e la cicoria ripassata, Simona ha invece preso le orecchiette al pesto, l'hamburger di tacchino e la cicoria.


Una buona cucina che non ti aspetti. La lasagna era stupenda, delicata e gustosa, non secca ma bella cremosa, si riuscivano bene a distinguere i sapori. I pisellini che gli davano quel gusto in più, la salsiccia molto delicata, le croste di formaggio che ogni tanto davano quel picco di sapore e di sale in più ed una cottura perfetta della sfoglia.
Non mi sarei mai aspettato una lasagna tanto buona in un supermercato e delle porzioni così generose a quel prezzo.



Anche le orecchiette al pesto di Simona non erano male, peccato fossero un pochino sciapette.
Dopo i primi mi aspettavo un calo sui secondi, cosa che non è avvenuta. Non potevo tagliare con le posate in plastica il coniglio, così l'ho preso con le mani, era ottimo, così buono che è piaciuto anche a Simona che normalmente non lo mangia.
L'hamburger di carne bianca era meno saporito del coniglio ma non si poteva certo ottenere più di quello da un hamburger di carne bianca. Il fatto che fosse cotto a perfezione, che fosse sugoso e non secco nemmeno all'interno era un ottimo risultato.
Nemmeno la cicoria era male, saporita e piccante, stava bene con le fette di pane rustico incluse nel menù.
Quando ho finito tutto ero pieno come un uovo e soddisfatto, il massimo della soddisfazione che può dare un rapporto qualità prezzo così sbilanciato verso la qualità.
Alle volte con un po' di fortuna e con pochi soldi si può mangiare veramente bene anche al supermercato.
Il panino di Gualtiero Marchesi dovrà aspettare la prossima occasione di pranzo fast food.

Facebook comments

Post più popolari